Senza nome-scandito-14

Meditare è come spostarsi dalla corrente,sedersi su una delle due sponde; ascoltare e osservare il muoversi dell’acqua e sentirsi testimone silenzioso calmo e protetto.
Così diventiamo noi stessi, la nostra vera natura,
quando accettiamo ciò che è, senza voler cambiare nulla.
Lasciando la bellezza scorrere nell’attimo presente.
Così possiamo percepire la libertà solo dell’esistere Ananda
l’armonia senza condizioni.  In quell’immobilità quieta e sicura che ci permette di gioire di tutto ciò che siamo ed esiste.
Questo ci aiuta a raggiungere lo stato più sublime, inspiegabile a parole ma semplice, dolce e discreto come l’aprirsi di ogni fiore al Creato.

Sedersi sul cuscino, solamente, Socchiudere gli occhi, solamente  Affidandosi a ciò che è, senza chiedersi nulla.

Ogni giorno, per il tempo che sentiamo. Per donarci un pò di Reale, dimenticato..
Nel momento in cui, grazie alla pace del silenzio interiore ci affidiamo alla vita , la mente si arrende al servizio del Sè e illuminata dallo Spirito ci dona una saggezza capace di trasformare e guarire molti aspetti della nostra

 

Senza nome-scandito-10Il Silenzio Interiore è uno stato straordinario dell’essere che si esperimenta quando tutti i nostri corpi, fisico, mentale,emotivo ed emozionale raggiungono  uno stato di quiete interiore e  si affidano all’energia del Sé superiore.
In quel momento, iI corpo fisico si rilassa e nel silenzio dell’immobilità e la calma del respiro tutte le funzioni biologiche e fisiologiche si normalizzano e  ritornano all’equilibrio naturale, la mente si arrende alla Saggezza infinita del Sé e conquista lo stato di consapevolezza senza pensieri. I nostri corpi emotivi ed emozionali vivono un esperienza senza passato e futuro ma solo la perfezione e la bellezza del Qui e Ora.

Il silenzio interiore meditativo ci permette di percepire  Ananda, la gioia senza condizioni e  l’Amore universale. Si risveglia la bellezza e  il desiderio di esistere.

Grazie al Dono del Silenzio Interiore noi Riconquistiamo la nostra Vera Essenza, questo ci permette di sentire noi stessi in profondità  più chiaramente e di riconoscere la nostra parte Divina senza più dubbi.
Con tale chiarezza interiore riusciamo a comprendere che siamo ”  Co – Creatori ” del  nostro Mondo e che la nostra Esistenza oltre  a dimorare tra le braccia del Divino  è  “Opera nostra.”